9 Commenti
apr 17Messo Mi piace da Cristina Rolfini

Per me CASA è la condizione in cui si attiva la mia creatività.. il mio sacro habitat di riallineamento ❤️

Expand full comment
author

Bellissimo

Expand full comment
apr 17Messo Mi piace da Cristina Rolfini

Bella questa riflessione su cos'è casa.

Nel dormiveglia di stamattina mi incammino per trovare la mia, seguendo un profumo, il profumo di casa, che conosco ma forse ancora, non so dove sia.

Subito penso al luogo dove vivo, al contenitore della famiglia, degli oggetti, dei giorni e delle notti al riparo. E' un buon luogo, sono fortunata e lo definirei casa-laboratorio nel senso che qui ho potuto cambiare, ampliarmi, è luogo creativo, una fucina di idee, progetti. E' fatta di un dentro e un fuori esattamente come ognuno di noi. Il fuori è cortile fiorito con la sua energia, con le fioriture, le api, gli uccelli, i nidi e qui ho imparato l'impermanenza. La scuola del lasciar andare quindi un buon luogo ma non mi basta, il profumo della quiete, della nostalgia, non arriva da qui.

Sradico subito l'idea che casa sia dove c'è la famiglia.

Cerco appigli e il primo è la parola morbidezza. Casa deve essere luogo morbido. Ho fame di morbidezza, è una necessità perché nel morbido puoi essere così come sei, con la certezza che qualcosa ti accoglie, ti avvolge senza chiedere.

Il profumo di Casa mi guida ancora e incontro lo stupore. Stupore è quel qualcosa che ti travolge e ti fa stare zitto, ti distoglie dalla mente e scardina certezze, spariglia le carte, consegna un nuovo senza nome. Nel senza nome ci si sta, comodamente, gustando il silenzio e il respiro.

Già, il respiro, altro mattoncino della mia Casa. Respiro consapevole, quello assaporato in uno stordimento dei sensi che non sanno più cosa sia dentro e fuori e chi respira cosa.

Casa con la C maiuscola per me è quindi morbidezza, stupore, respiro. Una Casa senza pareti, impalpabile eppure il luogo più caldo e accogliente che conosco. Da qui esce il profumo, e allora Casa è quel tramonto di giorni fa in cui ti giri, guardi e ti perdi nel silenzio più assordante e zitto ti fai sfumatura di luce. Il profumo di casa è lo stupore di un incontro inaspettato come quello di ieri con due amiche d'altri tempi e stare con loro è stato come tuffarmi in un puff morbido. Casa con la C maiuscola è un sorriso in cui ti impigli e ti siedi, è succhiare il nettare del glicine in fiore come un ape golosa. Casa con la C maiuscola è il fumo della tisana in quell'istante infinito in cui sono vapore anche io; è stare nell'acqua che si tinge di pigmento quando dipingo.

Che scoperta ho fatto Cri. Casa con la C maiuscola è per me un luogo senza pareti, senza targhette, indirizzo. Un luogo che non so dove sia, non posso cercarlo. Irrompe all'improvviso quando lo spazio interiore si confonde con lo spazio esteriore, quando il dentro e il fuori non sono opposti ma lo spazio dell'Uno, della fusione. Nella consapevolezza di oggi sarò più spesso a Casa.

Grazie Cri, preziosa ispiratrice.

Expand full comment
author

Molto bello e ricco🙏

Mi sono piaciute molto Casa-laboratorio - e forse questa può essere anche casa di @Irene, che ha scritto qui sopra che la sua casa è dove cresce la creatività - mi piacciono gli intrecci. E Casa-mondo, si potrebbe dire, quella grande casa senza pareti, né indirizzi, né targhette, dove anch'io mi trovo a mio agio come in un morbido puff 🙂

Expand full comment
apr 16Messo Mi piace da Cristina Rolfini

Voglio andare nella casa in Nuova Zelanda!

Expand full comment
apr 19Messo Mi piace da Cristina Rolfini

Per me c'è la dimensione del mio zaino, del sapere che tutto ciò che mi serve sta lì, è il mio compagno di viaggio ed confortante. E poi c'è la dimensione della casa legata alle mie routine: alle mie letture, ai miei podcast, alla mia squadra del cuore. Questa dimensione l'ho scoperta da poco, è forte e radicata molto più di quanto potessi immaginare. Infine c'è anche una dimensione di casa legata a certi luoghi, una dimensione più immaginaria, legata ai ricordi e a certe persone: la mia città universitaria, il mare in Sicilia, un piccolo appartamento a Milano, un gruppo di persone a Lisbona.

Grazie Cristina per questo articolo 🫶

Expand full comment
author

Grazie a te, Vincenzo, molto bello. Non so come ho potuto dimenticare il mio zaino, che amo come un amico da più di 20 anni. Ecco a che cosa serve il blog.

Un abbraccio

Expand full comment
apr 17Messo Mi piace da Cristina Rolfini

C'è stato un tempo in cui banalmente pensavo che casa fosse ovunque mi sentissi BENE.

Expand full comment
apr 16Messo Mi piace da Cristina Rolfini

Mi fai sempre fare belle riflessioni e vai a toccare quei temi che interessano anche me. Grazie Cristina!

Expand full comment